Fondi di solidarietà residuali: entro il 16 dicembre pagamento degli arretrati

Versione stampabileSend by email
Data: 
Mer, 08/10/2014 - 11:57
Per le aziende che non sono coperte dalla cassa integrazione guadagni (come ad esempio quelle commerciali fino a 50 dipendenti) arriva uno strumento di tutela in caso di sospensione dell’attività lavorativa: il fondo residuale di solidarietà.

Previsto dalla riforma Fornero (Legge 28 giugno 2012, n. 92), il fondo si finanzia con “un contributo ordinario dello 0,50% della retribuzione mensile imponibile ai fini previdenziali dei lavoratori dipendenti (esclusi i dirigenti), di cui due terzi a carico del datore di lavoro e un terzo a carico del lavoratore".

Il contributo avrebbe dovuto essere versato dall’inizio del 2014 ma le modalità sono arrivate solo con circolari successive (n.99 - 8/8/2014 e n.100 - 2/9/2014, msg n.6897 - 8/9/2014).

Le aziende inizieranno a pagare il contributo dal mese di ottobre, conguagliando le mensilità arretrate da gennaio a settembre 2014, entro il 16 dicembre prossimo, senza applicazione di oneri aggiuntivi.

L'uscita degli adeguamenti tabellari per la procedura Paghe, che seguono la regolamentazione normativa sulla materia, sono previsti nella prossima pubblicazione del 13 ottobre p.v.